Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Gli uomini con infezione cronica da HCV presentano un’alta incidenza di calcolosi biliare


Sebbene la cirrosi sia un noto fattore di rischio per i calcoli biliari, ci sono pochi dati riguardo alla calcolosi biliare nei soggetti con infezione da virus dell’epatite C ( HCV ).

Uno studio ha valutato l’associazione tra infezione cronica da HCV e la calcolosi biliare in un campione rappresentativo degli adulti statunitensi.

L’analisi è stata effettuata su 13.465 persone di 20-74 anni di età, che avevano partecipato al Third National Health and Nutrition Examination Survey ( NHNES ).

La presenza di calcolosi biliare ( calcoli biliari o colecistectomia ) è stata determinata mediante ultrasonografia addominale.

L’1,6% degli adulti presentava infezione cronica da HCV ed il 12,5% soffriva di calcolosi biliare.

Gli odds di calcoli biliari ( odds ratio; OR = 3,20 ) e di colecistectomia ( OR = 4,57 ) tra gli uomini HCV-positivi sono risultati significativamente più alti rispetto agli uomini HCV-negativi.

Al contrario, gli odds di calcoli biliari ( OR = 2,55 ) e di colecistectomia ( OR = 0,70 ) tra le donne HCV-positive non era significativamente superiore rispetto alle donne HCV-negative.

E’ stato osservato un aumento degli odds ratio di calcolosi biliare con la gravità della malattia epatica.

Questo studio ha dimostrato che l’infezione cronica da HCV è strettamente associata a calcolosi biliare tra gli uomini statunitensi, ma non tra le donne.( Xagena2005 )

Bini EJ, McGready J, Hepatology 2005; 41: 1029-1036

Gastro2005


Indietro