Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Infezione da HCV genotipo 1: risposta più alta con il regime Telaprevir, Peginterferone e Ribavirina


In pazienti con infezione cronica da virus dell’epatite C ( HCV ) di genotipo 1, il trattamento con Peginterferone alfa e Ribavirina per 48 settimane porta a tassi di risposta virologica sostenuta dal 40% al 50%.

Telaprevir è uno specifico inibitore della serin-proteasi di HCV e potrebbe essere utile nel trattamento di questa infezione.

Un totale 334 pazienti con infezione cronica da HCV di genotipo 1, e mai trattati in precedenza, sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere uno dei 4 trattamenti che prevedevano diverse combinazioni di Telaprevir ( 1.250 mg al giorno 1, poi 750 mg ogni 8 ore ), Peginterferone alfa-2a ( 180 microgrammi una volta a settimana; Pegasys ) e Ribavirina ( dose in accordo al peso corporeo; Copegus ).

Il gruppo T12PR24 ( 81 pazienti ) ha ricevuto Telaprevir, Peginterferone alfa-2a e Ribavirina per 12 settimane, seguiti da Peginterferone alfa-2a e Ribavirina per altre 12 settimane.
Il gruppo T12PR12 ( 82 pazienti ) ha ricevuto Telaprevir, Peginterferone alfa-2a e Ribavirina per 12 settimane.
Il gruppo T12P12 ( 78 pazienti ) ha ricevuto Telaprevir e Peginterferone alfa-2a senza Ribavirina per 12 settimane.
Il gruppo PR48 ( controllo, 82 pazienti ) ha ricevuto Peginterferone alfa-2a e Ribavirina per 48 settimane.

L’end point primario, una risposta virologica sostenuta ( livelli di RNA virale non rilevabili 24 settimane dopo il termine della terapia ), era rappresentato dal confronto tra il gruppo controllo e i gruppi T12P12 e T12PR12.

Il tasso di risposta virologica sostenuta combinata per i gruppi T12P12 e T12PR12 è stata del 48%, rispetto al 46% del gruppo controllo PR48 ( P=0,89 ).

Il tasso è stato del 60% nel gruppo T12PR12 ( P=0,12 per il confronto con il gruppo PR48 ) rispetto al 36% nel gruppo T12P12 ( P=0,003; P=0,20 per il confronto con il gruppo PR48 ).
Il tasso è risultato significativamente più alto nel gruppo T12PR24 ( 69% ) che nel gruppo PR48 ( P=0,004 ).

Gli eventi avversi, più frequenti nei gruppi basati su Telaprevir, sono stati: prurito, rash e anemia.

In conclusione, in questo studio di fase 2 di pazienti con infezione da HCV di genotipo 1, non trattati in precedenza, uno dei 3 gruppi Telaprevir ha mostrato tassi di risposta virologica sostenuta significativamente più alti rispetto a quelli ottenuti con la terapia standard.
I tassi di risposta sono risultati più bassi nei regimi che non includevano Ribavirina. ( Xagena2009 )

Hézode C et al, N Engl J Med 2009; 360: 1839-1850


Farma2009 Gastro2009 Inf2009


Indietro