Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
XagenaNewsletter
Xagena Mappa

Pazienti con infezione da HCV di genotipo 3: efficacia di una combinazione orale di ABT-493 e ABT-530


Il trattamento antivirale con ABT-493 e ABT-530, una volta al giorno per os, ha permesso ai pazienti con infezione da virus HCV di genotipo 3 con tessuto epatico fortemente cicatriziale e nessuna precedente storia di trattamento, di raggiungere una risposta virologica sostenuta al 100% dopo aver ricevuto il trattamento per 12 settimane ( SVR12 ).
Ulteriori dati di questo studio hanno dimostrato che il 97% dei pazienti con lo stesso genotipo di HCV, ma senza tessuto epatico cicatriziale, ha raggiunto SVR12 dopo 8 settimane con lo stesso trattamento senza Ribavirina.

Poiché i trattamenti per l’infezione da virus HCV sono progrediti, i pazienti con genotipo 3 rappresentano oggi il sottogruppo di pazienti più difficile da curare.
Sebbene ci siano stati recenti progressi nella terapia antivirale ad azione diretta per l'infezione da HCV di genotipo 1, il genotipo 3 rimane una sfida terapeutica; è un ceppo ad alta prevalenza a livello globale, con una particolare concentrazione di casi in Asia.

L'attuale standard di cura per l’infezione da HCV di genotipo 3 è rappresentato dall'inibitore nucleotidico della polimerasi Sofosbuvir ( Sovaldi ) con Ribavirina in base al peso per 24 settimane.
Questa raccomandazione viene dallo studio VALENCE, dove gli alti tassi di risposta virologica sostenuta sono stati osservati in coloro che non avevano storia di precedente trattamento anti-HCV, con o senza cirrosi ( rispettivamente, 93% e 92% ).
Tuttavia, pazienti cirrotici con genotipo 3 ed esperienza di trattamento hanno presentato un più basso tasso di risposta virologica sostenuta ( 60% ).

Nello studio internazionale di fase 2 a due bracci sono stati arruolati 24 pazienti cirrotici per ciascun braccio; nessuno dei pazienti era stato precedentemente trattato per l'infezione da HCV.
Nei due gruppi di pazienti che avevano assunto il trattamento di combinazione sperimentale ABT-493 e ABT-530 con o senza Ribavirina una volta al giorno, tutti hanno raggiunto SVR12 dopo 12 settimane di trattamento.
Nessun paziente ha interrotto lo studio o ha presentato fallimento virologico.

In un altro braccio di trattamento dello studio che si è concentrato sui pazienti non-cirrotici, sono stati arruolati 29 pazienti con infezione da HCV di genotipo 3.
SVR12 è stato raggiunto dal 97% ( 28/29 ) dei pazienti con nessun paziente che ha presentato fallimento virologico.

Gli effetti indesiderati più comuni sono stati cefalea e affaticamento. ( Xagena2016 )

Fonte: The International Liver Congress, 2016

Gastro2016 Inf2016 Farma2016


Indietro