Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Riattivazione del virus dell'epatite B durante terapia antivirale ad azione diretta per l'epatite C


La terapia antivirale ad azione diretta ( DAA ) per l'infezione da virus dell'epatite C cronica ( HCV ) potrebbe rappresentare un rischio per la riattivazione del virus dell'epatite B ( HBV ) in pazienti coinfettati con infezione da HBV cronica o risolta.
La necessità della profilassi antivirale per HBV durante il trattamento con antivirali ad azione diretta rimane controversa.
È stato analizzato il rischio assoluto di riattivazione di HBV nei pazienti con infezione da HBV attiva o risolta trattati con antivirali ad azione diretta per l'infezione da HCV.

Una revisione sistematica e meta-analisi ha identificato studi su pazienti con infezione da HBV cronica o risolta al basale trattata con antivirali ad azioen diretta per infezione cronica da HCV.

L'esito primario era la riattivazione di HBV definita secondo criteri standardizzati.

Sono stati identificati 17 studi osservazionali che hanno coinvolto 1.621 pazienti con infezione cronica ( n=242 ) o risolta ( n=1379 ) di HBV trattati con diversi antivirali ad azione diretta.
La proporzione aggregata di pazienti con riattivazione di HBV è stata del 24% nei pazienti con infezione cronica da HBV e 1.4% in quelli con infezione da HBV risolta.

Nei pazienti con infezione cronica da HBV, la proporzione aggregata di pazienti con epatite correlata alla riattivazione di HBV è stata del 9% e il rischio relativo ( RR ) di epatite correlata alla riattivazione da HBV è risultato significativamente più basso nei pazienti con HBV DNA inferiore al limite più basso di quantificazione al basale rispetto a quelli con HBV DNA quantificabile ( RR=0.17; P=0.0011 ).

Sono stati segnalati tre eventi clinici principali correlati alla riattivazione di HBV in pazienti con infezione cronica da HBV ( un paziente ha avuto scompenso epatico e due hanno avuto insufficienza epatica, uno dei quali ha richiesto il trapianto di fegato ).

Nei pazienti con infezione da HBV risolta, non è stata riportata alcuna epatite correlata alla riattivazione di HBV.

La riattivazione di HBV si verifica frequentemente in pazienti con coinfezione cronica da HBV e HCV in trattamento con antivirali ad azione diretta, ma è rara tra i pazienti con infezione da HBV risolta.
L'uso della profilassi antivirale potrebbe essere giustificato nei pazienti che risultano positivi all'antigene di superficie dell'epatite B ( HBsAg ), in particolare quelli con HBV DNA quantificabile. ( Xagena2018 )

Mücke MM et al, Lancet Gastroenterol Hepatol 2018; 3: 172-180

Gastro2018 Inf2018 Farma2018


Indietro